Il team entusiasta entusiasta,
al servizio progetto potatore di senso

Julie Chapon
Julie
Co-fondatrice
La più bassa del team eppure è quella che si vede di più! Julie si occupa della comunicazione e della creazione dei contenuti. Ha lavorato per cinque anni in una società di consulenza, dove ha imparato a maneggiare PowerPoint come nessun’altro. Julie ama il formaggio, la salsa e l’ordine. È anche un’esperta della filosofia dei ‘zero rifiuti’ e entusiasta di condividere i suoi consigli con il team!
François Martin
François
Co-fondatore
Il più festaiolo del team, e anche il meno mattinale. Era co-fondatore di un’agenzia web per la quale ha lavorato per 6 anni. E fin d’allora non ha ancora trovato niente di meglio da fare che scrivere righe di codice! Francois ama il web design e passa ore e ore a lavorare su dei dettagli che nessun altro nota. Gli piace anche l’arrampicata e la corsa, e si è promesso di correre una maratona "un giorno".
Benoît Martin
Benoît
Co-fondatore
Il più anziano e di gran lunga il più saggio. Benoît ha 10 anni di esperienza nell’acquisto ma ora gli interessa di più codificare. Si occupa dello sviluppo dell’app per Android. Sorveglia anche sul suo piccolo fratello (a sinistra) e gli aspetti legali e finanziari dell’impresa (cosa molto meno divertente). Sennò, Benoît dorme molto poco e ha tre bambini meravigliosi !
Anthony Berthou
Anthony
Nutritionista
Anthony Berthou è il nutrizionista che ci accompagna nel nostro Programma Nutrizionale e con gli articoli del blog. Professore all’università e per i professionisti della salute e dello sport, Anthony revisiona e approva tutti i nostri articoli. È anche un atleta appassionato e un ex-membro della nazionale francese giovanile di triathlon.
Charlotte Astruc
Charlotte
Communicazione
La più giovane del team e una grande entusiasta del fitness, Charlotte spesso comincia la sua giornata alle 7 del mattino con un allenamento CrossFit. Organizza anche sessioni di sport per il team di Yuka. Charlotte si occupa dei social media e aiuta Julie con i progetti di comunicazione.
Pierre-Emmanuel Altieri
Pierre-Emmanuel
Sviluppatore mobile
Il più pratico del team, costruisce droni nel suo tempo libero. Ma non è tutto: una volta terminati, gli utilizza per fare gare di droni in aree desertiche! Da Yuka lavora con Benoît sullo sviluppo dell’app per Android. È anche molto entusiasta della permacultura.
Sylvain Chevalier
Sylvain
Sviluppatore back-end
Il più artistico del team, ama fare musica. Il suo genere preferito? La techno! Da Yuka, Sylvain è responsabile per il backend, in altri termini: la database che contiene i migliaia di prodotti. Passa altrettanto tempo a fare scherzi che a scrivere righe di codice.
Caroline Coutant
Caroline
Servizio clienti
Ama chiacchierare quanto ama viziare tutto il team con le sue delizie. Caroline si prende anche cura dei nostri utilizzatori e considera le loro varie suggestioni con molta attenzione. È anche una tifosa delle decorazioni per unghie e spesso ci sorprende con le sue creazioni, che includono motivi con l’anguria, SpongeBob o unghie che si illuminano nel buio!
Ophélia Bierschwale
Ophélia
Pubbliche relazioni
La nostra residente poliglotta: parla francese, spagnolo, tedesco, turco e inglese! Passa la più parte del suo tempo comunicando con le varie marche e rispondendo alle domande della stampa. Il suo passatempo preferito è plantare semi di avocado e guardarli crescere! È anche un’esperta dello yoga che fa il saluto del sole (quasi) ogni mattina.
Marie Toureau
Marie
Servizio clienti e marche
Essendo la più responsabile del team, sarà difficile beccarla a fare una stupidaggine! Risponde ai messaggi degli utilizzatori ed è anche responsabile delle relazioni con le marche. Ama fare dei dolci con le sue due piccole figliole ed è sempre aperta a nuovi idee per ridurre i rifiuti.
Maxime Peralez
Maxime
Sviluppatore mobile
Il più muscoloso del team, Maxime passa gran parte del suo tempo libero alla palestra alzando pesi! A Yuka si occupa dello sviluppo dell’app per iPhone e realizza nuove funzioni. Non passa una giornata in cui Maxime non ascolta una canzone di Skepta o Gunna (apparentemente questo li aiuta a concentrarsi!).
La petite histoire
Benoît & Melissa

Benoît, uno dei co-fondatori e padre di tre bambini, desiderava comprare dei migliori prodotti per la sua famiglia. Perso di fronte alle etichette nella giungla degli alimentari, pensò che sarebbe pratico avere uno strumento che permettesse di analizzare automaticamente la composizione di ogni prodotto.

Condivise la sua idea con il suo fratello François e un’amica, Julie. Entrambi furono immediatamente entusiasti del concetto. A Febbraio 2016 presentarono la loro idea durante una competizione per start-up chiamato “Food Hackathon”. Dopo un fine settimana passato a elaborare il loro concetto, il trio vinse il primo premio! Realizzando che la loro idea risponde a un vero bisogno, decisero di dedicarsi pienamente a questo progetto.

All’inizio non immaginarono un’app, ma un dispositivo intelligente magnetico a forma di carota da appendere al frigo. Ma dopo alcuni mesi compresero i limiti di un tale dispositivo, che avrebbe compromesso l'accessibilità all’analisi dei prodotti a causa del suo prezzo elevato. Per rendere l’analisi accessibile a tutti, decisero quindi di sviluppare un’applicazione.

Benoît, uno dei co-fondatori e padre di tre bambini, desiderava comprare dei migliori prodotti per la sua famiglia. Perso di fronte alle etichette nella giungla degli alimentari, pensò che sarebbe pratico avere uno strumento che permettesse di analizzare automaticamente la composizione di ogni prodotto.

Condivise la sua idea con il suo fratello François e un’amica, Julie. Entrambi furono immediatamente entusiasti del concetto. A Febbraio 2016 presentarono la loro idea durante una competizione per start-up chiamato “Food Hackathon”. Dopo un fine settimana passato a elaborare il loro concetto, il trio vinse il primo premio! Realizzando che la loro idea risponde a un vero bisogno, decisero di dedicarsi pienamente a questo progetto.

All’inizio non immaginarono un’app, ma un dispositivo intelligente magnetico a forma di carota da appendere al frigo. Ma dopo alcuni mesi compresero i limiti di un tale dispositivo, che avrebbe compromesso l'accessibilità all’analisi dei prodotti a causa del suo prezzo elevato. Per rendere l’analisi accessibile a tutti, decisero quindi di sviluppare un’applicazione

La squadra al lavoro