Gelato allo yogurt, fragole e basilico

Quando fa caldo, non c’è niente di meglio di un buon gelato 🍦 Ma non certo un gelato qualsiasi! I gelati industriali sono spesso molto ricchi di zuccheri e additivi. Ti proponiamo quindi la ricetta di un gelato salutare, facilissimo da preparare 🍓

Ingredienti8 bastoncini

  • 800 g di fragole
  • 400 g di yogurt. Noi abbiamo scelto uno yogurt di pecora, ma anche uno yogurt di mucca o uno yogurt vegetale andranno benissimo.
  • 1 manciata di basilico fresco (circa 20 foglie)
  • 10 datteri
  • 2 baccelli di vaniglia
  • 1 cucchiaio di miele

💡 Suggerimento: se non avete degli stampi da gelato, potete mettere il composto in un piatto e conservarlo in freezer. Poi potrete formare delle palline con un cucchiaio da gelato.
🍓 Le fragole si potranno sostituire con qualsiasi altro frutto di stagione.

Preparazione

Preparazione 1

1

In una ciotola, mescolate 400 g di fragole, il basilico, lo yogurt, i datteri e i semi di vaniglia. Se i datteri sono un po’ duri, lasciateli prima in ammollo per qualche minuto in acqua calda.

Preparazione 2

2

Frullate il tutto fino a ottenere una consistenza omogenea. Lasciate riposare per 2 ore per permettere al composto di assorbire tutti i sapori.

Preparazione 3

3

Nel frattempo, tagliate le fragole restanti a cubetti. Versate il tutto in una pentola e aggiungete un po’ d’acqua e un cucchiaio di miele. Fate cuocere a fuoco basso per 5-10 minuti fino a ottenere una purea di fragole.

Preparazione 4

4

Versate un po’ della purea di fragole negli stampi da gelato, poi aggiungete un po’ del composto a base di yogurt. Continuate a riempire gli stampi alternando i vari strati.

Preparazione 5

5

Conservate in freezer per almeno 3 ore prima di servire.

Buon appetito 😊

Diventa membro & sostieni Yuka

Se vuoi aiutarci a far crescere Yuka, puoi diventare membro abbonandoti alla versione premium dell’applicazione. Questa versione dà accesso a funzionalità aggiuntive.

Saperne di più

Lascia un commento

avis*

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.